Get Adobe Flash player

L’ufficio Formazione Post-Laurea ha trasmesso il 3 agosto, a mezzo e-mail, la nota di precisazione di seguito riportata.

Gent.mi Direttori e Coordinatori,

in considerazione delle novità introdotte dal D.M. n. 45/2013 nell’ambito delle procedure di conclusione dei corsi di dottorato a partire dal 29° ciclo ed al fine di rendere il più fluido possibile l’espletamento degli adempimenti relativi all’esame finale per il conseguimento del titolo di dottore di ricerca si sottopone alla vostra attenzione quanto segue.

In virtù del fatto che il 29° ciclo ha avuto eccezionalmente decorrenza dal 2 gennaio 2014 nonché del disposto della nota MIUR n. 7191/2016 e considerate le effettive date di inizio delle attività didattiche dei diversi corsi di dottorato, i dottorandi del XXIX ciclo dovranno presentare domanda di esame finale entro il 23 gennaio 2017 e trasmettere al Dipartimento proponente e al coordinatore del corso di dottorato la versione preliminare della tesi, unitamente alla relazione sulle attività svolte durante il corso e alla sintesi in lingua italiano o inglese entro il 22 febbraio 2017.

Come previsto dal Regolamento di Ateneo in Materia di Dottorato di Ricerca, artt. 46-47-48, il Collegio docenti propone la nomina dei valutatori esterni per ogni dottorando e i Direttori del Dipartimento proponenti il corso, ricevuto il Decreto Rettorale di nomina, trasmettono le tesi ai valutatori stessi ed acquisiscono entro un mese il loro parere vincolante.

Successivamente, in caso di valutazione positiva, il Collegio delibera sull’ammissione dei dottorandi all’esame finale e propone i componenti della Commissione Giudicatrice e i Direttori di Dipartimento, ricevuto il Decreto Rettorale di nomina, provvedono a trasmettere la tesi ai componenti della Commissione stessa.

Posto che i lavori delle Commissioni Giudicatrici dovranno concludersi obbligatoriamente nei 60 giorni successivi alla notifica della nomina, sarebbe opportuno che la prima sessione per la discussione della tesi abbia luogo entro il 14 luglio 2017.

In caso di valutazione negativa, il candidato è tenuto a concludere la revisione della tesi secondo una tempistica che consenta ai valutatori la formulazione del giudizio finale entro sei mesi dalla prima formulazione. La discussione della tesi potrebbe pertanto essere espletata entro il 30 settembre 2017 (per rinvii fino a 3 mesi) oppure entro il 29 dicembre 2017 (per rinvii oltre i 3 mesi).

Resta inteso che i vincitori del secondo bando di concorso, emanato il 31 gennaio 2014 per coprire i posti rimasti vacanti del primo concorso, concluderanno le attività il 31 marzo 2017. Inoltre, tutti i casi che hanno portato ad un inizio ritardato delle attività formative (es. scorrimento graduatorie) o ad una sospensione delle stesse (es. maternità, malattia, frequenza TFA) saranno trattati tenendo in considerazione detto ritardo, garantendo il rispetto della durata minima di tre anni del corso per ogni Cordiali saluti,

Sonia Gallo